sentenzaEcco la sentenza con la quale il Tribunale di Tours ha riconosciuto per la prima volta il diritto di un individuo intersessuale (vale a dire quelle persone i cui cromosomi sessuali, i genitali e/o i caratteri sessuali secondari non sono definibili come esclusivamente maschili o femminili) ad iscrivere la menzione «sesso neutro» nel suo stato civile.

L'Ufficiale dello Stato civile del comune di Tours è stato chiamato a modificare l'atto di nascita del ricorrente riconoscendo una volta per tutte la 'neutralità' della sua natura sessuale.

"Il sesso assegnatogli dalla nascita - si legge nella sentenza - appare come una pura finzione impostagli durante l'intera esistenza: qui non si tratta di riconoscere un 'terzo sesso' ma di prendere atto dell'impossibilità di indicare il soggetto come appartenente a questo o a quell'altro genere".

Si ringrazia per la traduzione il socio Tommaso Mauro.

Sentenza in lingua francese (LINK) e traduzione italiana (LINK).