calabria casa vacanzeIn merito all'episodio di cui i quotidiani hanno dato notizia nelle ultime ore relativo al rifiuto di accogliere presso un B&B una coppia di persone in quanto omosessuali, Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford ritiene di dover fare alcune precisazioni rispetto alle informazioni che stanno circolando in rete, affinché tutte e tutti siano adeguatamente informate/i e siano pienamente coscienti dei propri diritti e delle modalità in cui esercitarli.

modenaCon ordinanza del 5 luglio 2017, il Tribunale di Modena ha definitivamente confermato un decreto reso in via d’urgenza nel maggio scorso e ha inibito la cancellazione dai registri anagrafici del cognome comune che le parti di una unione civile avevano scelto ai sensi del comma 10 della legge 76/2016.

19059562 1720205021341457 8421081163035552171 n

Vi segnaliamo il ricchissimo programma delle iniziative organizzate in tutta Italia da Rete Lenford, o alle quali parteciperemo, nel mese di giugno.

Venite a conoscerci!

michele poteSegnaliamo l'interessante intervista al nostro avvocato Michele Potè del Foro di Torino, di Alice Arduino per Pride Online.

Nel decimo compleanno di Rete Lenford eccovi il racconto delle battaglie giudiziarie per la tutela delle famiglie omosessuali, la lotta per il Matrimonio Egulitario, la tutela della persona in transizione e tanto altro.

Siamo orgogliosi dei progressi raggiunti con il nostro lavoro e fieri di avere soci e amici che lavorano con tenacia per raggiugere l'obiettivo: l'uguaglianza e l'inclusione sociale.

bandieraNel corso dell'Assemblea che si è tenuta a Roma sabato scorso, i soci e le socie di Avvocatura per i diritti LGBTI - Rete Lenford hanno rinnovato le cariche statutarie ed eletto i nuovi componenti del Consiglio esecutivo che guiderà l'associazione per i prossimi tre anni: Miryam Camilleri, Emiliano Ganzarolli, Manuel Girola, Susanna Lollini, Piergiorgio Masi, Valentina Pontillo, Maria Grazia Sangalli.

Unionicivili WEB LOGOSi terrà il giorno 28 aprile, alle ore 16.00, presso il Dipartimento di Giurisprudenza - Aula 1 dell'Università degli Studi di Catania, via Gallo 24, il convegno "Unioni civili e diritto di famiglia. Luci e ombre ad un anno dall'entrata in vigore della L. 76/2016".

Locandina-Roma-21-aprile-2017Avrà luogo a Roma, Venerdì 21 aprile, presso il Consiglio Nazionale Forense - via del Governo Vecchio 3, il convegno "Il nuovo ordine pubblico internazionale" organizzato da Avvocatura per i Diritti LGBTI - Rete Lenford con il patrocinio del Consiglio Nazionale Forense.

tribunale leccoCon ordinanza resa ieri in un procedimento promosso da Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford, il Tribunale di Lecco ha definitivamente inibito all’Ufficiale dello stato civile di Lecco di cancellare dalle schede anagrafiche il cognome comune scelto dalle parti di una unione civile e poi trasmesso alla figlia nata successivamente alla costituzione del vincolo.

Il Giudice, infatti, ha ritenuto che il decreto legislativo n. 5/2017 (uno dei tre decreti attuativi della “legge Cirinnà”) deve essere disapplicato nella parte in cui ha imposto agli Ufficiali dello stato civile di cancellare le annotazioni dei cognomi eseguite in vigenza del c.d. “decreto ponte”.

cs rlIl Tribunale per i minorenni di Firenze con decreto pubblicato ieri, ha accolto la richiesta di riconoscimento dell'adozione di due bambini, tra loro fratelli, pronunciata da parte di una Corte britannica a favore di una coppia di uomini.

I due papà, entrambi italiani, da tempo residenti nel Regno Unito, si sono rivolti ad Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford per ottenere in Italia la trascrizione dei provvedimenti emessi dall'Autorità straniera a cui consegue per i figli il riconoscimento della cittadinanza italiana e del medesimo status e dei medesimi diritti riconosciuti nel Regno Unito.

inpsPubblichiamo la circolare INPS n. 38 del 27/2/2017 relativa alle unioni civili e convivenze di fatto (L.76/2016) ed effetti sulla concessione dei permessi ex lege n. 104/92 e del congedo straordinario ex art. 42, comma 5 D.Lgs.151/2001 ai lavoratori dipendenti del settore privato.